Mostra-Contrabbandieri

Immagine: 

Cari Amici del Dazio,

sabato 21 gennaio 2017 alle 17.30 al Dazio Grande di Rodi-Fiesso, è stata con successo inaugurata la mostra itinerante creata nel cuore della Svizzera,

LA SECONDA GUERRA MONDIALE IN TICINO - SVILUPPO DEL CONTRABBANDO COME RISPOSTA AL RAZIONAMENTO

che farà tappa al Dazio Grande a Rodi-Fiesso dal 21 gennaio al 31 marzo 2017.

Inizialmente la mostra è aperta unicamente alle scuole, su prenotazione per visite di gruppo. Per prenotare queste visite sono possibili due opzioni: visite guidate a pagamento con l'autrice (prenotazioni presso kurator@sasso-sangottardo.ch) oppure visite a offerta libera senza guida, con semplice apertura dei locali a cura di un responsabile del Dazio (prenotazioni presso dazio.cultura@gmail.com).

Apertura al grande pubblico da inizio marzo con la riapertura stagionale della Locanda Dazio Grande (www.daziogrande.ch).

"Durante la seconda guerra mondiale, mentre i soldati controllavano e proteggevano le vie di transito e i confini, la popolazione ticinese si dovette adeguare ad una quotidianità completamente trasformata, influenzata principalmente dall’aumento della mole di lavoro, dalla censura, dall’oscuramento dell’illuminazione pubblica e soprattutto dalle nuove restrizioni alimentari. Il razionamento spinse la popolazione a ricorrere al mercato nero e quindi all’acquisto di merci contrabbandate dall’Italia. Il contrabbando si trasformò in breve tempo in un canale di approvvigionamento indispensabile per molte famiglie. L’esposizione tramite documenti e testimonianze storiche mostra il cambiamento delle abitudini alimentari della popolazione, il rapporto e le astuzie comunicative utilizzate tra le famiglie ticinesi e i contrabbandieri italiani e il difficile ruolo delle guardie di confine. L’esposizione itinerante, curata da Cristina Kaufmann approda in un nuovo contesto storico, al Dazio Grande. Il nuovo spazio, offre al pubblico la possibilità di scoprire la realtà ticinese in un periodo singolare della storia"

Cordiali Saluti, Fondazione Sasso San Gottardo e Fondazione Dazio Grande

www.scopri-il-cuore-della-svizzera.ch

 

AllegatoDimensione
dazioinvito_it.pdf276.24 KB